Alto-Balaton e la Valle delle Arti

Alto-Balaton e la Valle delle Arti

Kapolcs, Taliándörögd, Vigántpetend - sono dei villaggi, lontani dalle rotte ufficiali, in mezzo alle colline di Bakony e l'Alto Balaton che 30 anni fa rischiavano lo spopolamento. 

Negli anni 90 il primo, alcuni artisti arrivarono come "colonizzatori cittadini" e rimasero colpiti dalla pace e dall'armonia di questa valle suggestiva e si cominciava a consdiderare questo luogo non più come un villagio rurale abbandonato ma un rifugio naturale che ti ricarica e ti ispira.

La gente accogliente e aperta hanno fatto diventare questa valle la culla della cultura

Sono sette le contrade che per una settimana aprono le loro strade e i loro cortili ai visitatori, ospitando artisti, artigiani e produttori locali.

Le chiese emerse mille anni fa sono diroccate da tempo, ma per questa settimana diventano scenari di mostre e concerti. Il risultato è un incontro mistico tra l'uomo, la natura e la storia.