Un battello che sostituisce la metro

Un battello che sostituisce la metro

A Budapest, per tutto l’inverno sarà un battello a sostituire la tratta della metropolitana tra il Parlamento e la Piazza Batthyany.

Il pezzo che collega le due sponde del Danubio tra Kossuth Lajos tér e Batthyány tér è lunga 578 m e fino al 2014 era l'unico punto di atraversamento costruito nella capitale ungherese sotto il letto del Danubio.

A causa dei lavori di demolizione del palazzo della piazza Kossuth, dove fino a fine marzo la fermata metropoliatana è fuori uso, sono una linea bus e il battello D2 a garantire il servizio. Il battello di linea funziona dalla mattina al tardo pomeriggio a tariffa urbana, regalando un atmosfera magica al viaggiatore. 

Un battello che sostituisce la metro di Budapest

Le linee metropolitane a Budapest attualmente sono in 4, ognuna riconoscibile dal numero e dal colore.

Le linee metro di Budapest

La prima, la linea gialla, è stata approvata nel 1870, subito dopo quella di Londra (1863),  è stata realizzata dalla società Siemens & Halske AG. ed ha il primato di aver utilizzato per la prima volta il motore elettrico. La linea è stata inaugurata alla presenza dell'imperatore Francesco Giuseppe il 2 maggio 1896, anno in cui si celebrava il millesimo anniversario dell'insediamento delle tribù ungare sul suolo dell'attuale Ungheria.

Costruzione M1 Budapest

Sul totale di 11 stazioni, 8 sono originali, mentre tre sono state ricostruite. Le fermate risalgono alla fine del'800, tra cui il pavimento, le panchine, le finestre in legno e l'illuminazione. Il museo dedicata alla prima metropolitana elettrica si trova nel sottopasso di piazza Deák Ferenc tér.

La prima metro a Budapest

La M2 e M3 furono già in progetto nel 1942, ma per vari motivi finanziari e politici le prime sette stazioni della M2 furono aperte solo il 4 aprile nel 1970.

La seconda metro di Budapest

La linea M2 essendo stato progettato durante l'epoca della guerra fredda hanno previsto come rifugio antiatomico per 220 000 persone, i quali possono avvalersi di aria condizionata, acqua potabile per 3 giorni e generatori di corrente eletrica. Ogni fermata aveva bagno per uomini e donne. 

Bunker antiatomico sotto Budapest

Contemporaneamente alle costruzioni della galleria della M2, con le deviazioni dovute, tra 1952 e 1953 è stato costruito anche un bunker antiatomico per il partito che doveva essere collegato al Parlamento. Si trattava di quasi 4000 metri quadri, in profondità di 16 metri, completamente attrezzati per un eventuale attacco nucleare, con tanto di sala riunione. Per fortuna questo evento non è mai avvenuto e quindi tutta l'attrezzatura si è invecchiata senza entare mai in funzione. 

 Bunker nella metro di Budapest

 

I progetti della linea M4 risalgono al 1972, e dopo una storia travagliata è stata inaugurata il 28 marzo 2014. 

Fermata M4 Budapest

Per tantissimi anni, il parco macchine della metro di Budapest veniva caratterizzato da vecchi convogli sovietici blu che oggi si vedono solo sulla linea M3 e sul videoclip di Jovanotti realizzato nel 2005.