Scoperte a cavallo nel Bakony

Scoperte a cavallo nel Bakony

La tenuta del signor Làszlò, fondatore e vicepresidente della Federazione Turismo Equestre Ungherese, vi aspetta nel cuore della regione Bakony, famosa per aver dato il nome alla pancetta affumicata più conosciuta al mondo. Il proprietario coltiva la sua passione per i cavalli fin dall'infanzia. Ha percorso una lunga carriera agonistica, ha allenato diversi campioni dello sport equestre in Ungheria e ha insegnato per anni all’Agraria di Bàbolna. Oggi Làszlò si dedica completamente al turismo equestre e offre ai suoi ospiti delle giornate ricche di esperienze e un'ospitalità eccellente.Fondatore Federazione Turismo Equestre Ungherese

  • Prenotazioni dal 15 aprile al 31 ottobre
  • Minimo 2 persone

 

Federazione Turismo Equestre Ungherese

I servizi offerti

  • Alloggio in agriturismo, camera doppia o tripla, adatto anche a bambini
  • Pensione completa a base di piatti tipici e prodotti locali. Colazione abbondante: uovo, affettati, tè, caffè, latte, pranzi di zuppa, cena di 3 portate e frutta. Menu vegetariano su richiesta. Specialità della casa: strudel fatto in casa, anatra, oca, pesce, vino rosso di casa.
  • Cavalli sellati e preparati, bravi e ben educati, in ottimo stato e salute
  • Itinerario a stella con 4-5 ore di cavalcata al giorno oppure itinerari di due giorni
  • Gite culturali 
  • Posti macchina custoditi

Il paesaggio: colline basse dove si alternano boschi di quercia e prati, zona caratterizzato dalla viticoltura, dove le cantine tradizionalmente venivano scavate nella parete delle colline. Il suolo è misto di argilla e sassolini, i percorsi sono facili con sosta e pic-nic al lago di pesca.

Attrazioni turistiche in zona:

Pannonhalma e il convento Benedettino patrimonio unesco, il promontorio di Tihany e l'abbazia millenaria, Balaton e la villa Festetics a Keszthely, lago termale di Hèviz, l'osservatorio di Bakony, la casa etnografica a Bakonybèl, fortezza diroccata di Csesznek, la fabbrica di porcellanato a Herend, le città di Győr, Pàpa e Veszprèm