Kürtőskalács, un dolce da non perdere

Kürtőskalács, un dolce da non perdere

Kürtőskalács il dolce ungherese preferito dagli italiani!

Non fatevi intimorire dalla lunghezza del nome, caratteristica tipicamente magiara. Vederlo cuocere sulla brace e poi assaggiarlo quando é ancora fumante é una delle esperienze enograstronomiche piú belle e buone che potete fare in Ungheria.

Il kürtőskalács, letteralmente „camino dolce”, é uno dei piú antichi dolci magiari. Le radici affondano nella Transilvania medioevale. Ebbene sí, il kürtőskalács é un dolce transilvano , e in particolare di quelle valli chiamate „Terra dei Siculi” nei Carpazi orientali. Valli abitate da antiche popolazioni magiare ancor’oggi. Dalla Transilvania ungherese il dolce si é diffuso velocemente in tutta l’Europa centrale, e oggi non é difficile trovarlo in alcune fiere o eventi enograstronomici anche in Italia. Il „camino dolce” ungherese, nome ricavato dalla sua tipica forma, fa stragi di cuori fra i turisti italiani. Si presenta a forma di camino, con la pasta arrotolata e coperta di zucchero caramellato. Viene cucinato sul momento in piccoli stand, soprattutto nelle feste di paese e nei mercatini, ma ormai é possibile trovarlo a Budapest anche in piccoli negozietti stabili. E’ un dolce tipicamente invernale, ma é cosí buono che ormai lo si mangia durante tutto l’anno.

Croccante all’esterno, morbido all’interno, una volta preparato il pasticciere vi chiederá a che gusto lo volete. E qui potete spaziare dai piú classici: vaniglia, noci e cannella, al piú esotico cocco.

Ora é giunto il momento di mangiarlo, magari mentre é ancora fumante. Si srotola la pasta dal camino e lo si puó gustare tranquillamente mentre si é a passeggio fra le strade di Budapest, magari mentre si ammirano i mercatini natalizi o si gusta un buon vin brulé.

Il prezzo di un kürtőskalács a Budapest puó variare da 1 a 3 euro (da 300 a 1000 fiorini) in base alla grandezza e al luogo in cui lo si compra.