Il fascino discreto della borghesia – 1900 Budapest

Il fascino discreto della borghesia – 1900 Budapest

Una rarità spettacolare, una pellicola ritrovata recentemente nella soffitta di un palazzo del centro di Budapest ci riporta nel 1900, nella vita e nell’appartamento di una famiglia borghese della nostra capitale. Schmidt Albin, il segretario della Compagnia d’Assicurazione di Trieste, ha scattato 200 foto sulla sua famiglia che ci rivelano i particolari della vita lussuosa della ricca borghesia che si è formata a cavallo del 1900.

Gli appartamenti di lusso d'inizio secolo contavano 6-8 stanze, quelli del primo piano con vista strada erano i più costosi. In quei tempi si costruiva su lotti abbondanti, i palazzi avevano un cortile interno, gli appartamenti retrostanti avevano poca luce. Nel palazzo si usava già l’ascensore!

I pezzi più forti della raccolta foto sono il salotto e il bagno che ci forniscono tanti indizi: nel salotto si vede il filo del telefono, piante ornamentali, il bagno con lo scaldabagno e la vasca, privilegi di pochi. Si notano le grosse tende davanti alle finestre che avevano una funzione termica dato che i serramenti non chiudevano perfettamente.

Un'altra foto riprende l’inserviente che serve il liquore ai signori, in fondo si vede la credenza con il servizio di porcellana e d’argento. Nella camera da letto ci sono ancora brocca e catini, nonostante ci fosse il bagno in casa, mentre la cucina non è stata ripsresa, era considerata un locale sporco dove lavoravano i servi.

Vediamo alcune foto della città del 1900, la famiglia che passeggia sul Corso Lungodanubio, alle loro spalle s'intravede l’edificio della Ridotta, il teatro più rinomato della capitale. 

Ti ha incuriosito la vita dei signori del 1900? Vieni alla nostra passeggiata tra i palazzi di Pest

Articolo originale